La Chiesa del Santo Sepolcro

La chiesa del Santo Sepolcro/Altötting è un'espressione molto particolare dell'architettura cristiana, testimonianza della devozione popolare in età barocca, ed è formata da tre cappelle addossate l'una all'altra. Il locandiere di San Candido Georg Paprion fu uno dei tanti ferventi pellegrini del XVII secolo. Egli aveva portato da Gerusalemme la pianta ed il prospetto della cappella del Santo Sepolcro sul Golgota e ne fece realizzare qui una riproduzione, terminata nel 1653. In precedenza, intorno al 1633, egli aveva fatto edificare sul modello della chiesa delle Grazie di Altötting la cappella a pianta circolare con il tetto a punta e l'annesso edificio longitudinale noto anche come Cappella del Dolore.

Chiesa del Santo Sepolcro

La Cappella di Altötting, vista dalla Cappella del Dolore, si presenta come un edificio poligonale a pianta circolare con finestre a tutto sesto e nicchie murali. L'immagine devozionale è del XVI secolo; l'altare, opera della bottega dello scultore Schranzhofer di San Candido, risale invece all'epoca della costruzione della Cappella. Nelle nicchie sono rappresentate scene della vita di Maria che evidenziano il coinvolgimento della Madre di Gesù nel percorso della redenzione: Annunciazione, Visitazione, Fuga in Egitto, Commiato di Cristo da Maria, Apparizione del Risorto alla Madre, Maria e Giovanni al sepolcro la mattina di Pasqua.

Dalla Cappella del Dolore

Immagini sul lato nord della Cappella del Dolore: La paura della morte, Gesù sul Monte degli Ulivi, La flagellazione e l'incoronazione di spine, La condanna di Gesù alla morte in croce. Sul lato est proseguono le scene della Passione con la  Via Crucis e la Crocifissione. Tutte le opere sono attribuite alla bottega di Schranzhofer e costituiscono una delle più alte espressioni dell'arte popolare locale. Da queste immagini si possono inoltre trarre indicazioni sui costumi utilizzati nei secoli XVII e XVIII per le rappresentazioni popolari della Passione.

0sepolcro5
0sepolcro6
0sepolcro7
La Cappella del Santo Sepolcro

Il Sepolcro di Cristo si trova, come a Gerusalemme, in una sala poligonale con volta a cupola, finestre a tutto sesto e portico a due piani. La luce cade dall'alto mentre il sacello si trova nella penombra, in un’alternanza di luci e oscurità che sottolinea la vicinanza ideale fra morte e risurrezione. Sul sacello si erge il Cristo risorto che dona al mondo la luce e la gioia di cui si faranno portatori gli Apostoli, ritratti nella parte superiore del portico. Sopra questi ultimi sono raffigurati gli Evangelisti, la cui novella è stata diffusa dagli Apostoli e dai loro successori, e nel punto più alto vi è Dio Padre, che ha inviato in Terra suo Figlio per la salvezza dell’umanità.

0sepolcrooo
0sepolcrooo2
0sepolcrooo3